Il Testo Alternativo delle Immagini: Una Guida Completa alla Sua Importanza e Utilizzo

writing person beside glass filled with black liquid on turned off iPhone in front of turned on MacBook Air on table

Nel mondo digitale, le immagini hanno un ruolo cruciale nella presentazione di contenuti. Essi possono narrare una storia, offrire un contesto visivo o semplicemente rendere una pagina web più attraente. Tuttavia, senza un adeguato testo alternativo (spesso chiamato “alt text”), queste immagini potrebbero non raggiungere il loro pieno potenziale in termini di accessibilità e ottimizzazione SEO. Ma che cos’è esattamente il testo alternativo e perché è così importante?

Cos’è il Testo Alternativo?

Il testo alternativo è una breve descrizione scritta di un’immagine presente su una pagina web. Quando un’immagine non può essere visualizzata (a causa di problemi di connessione, errori nel codice o altre ragioni), il testo alternativo può apparire al suo posto. Questo testo serve anche come descrizione per i lettori di schermo, strumenti utilizzati da persone con disabilità visive per navigare sul web.

Inoltre, i motori di ricerca, che non possono “vedere” le immagini come gli esseri umani, si affidano al testo alternativo per comprenderne il contenuto. Pertanto, un buon testo alternativo può contribuire a migliorare la visibilità di una pagina web nei risultati dei motori di ricerca. Più informazioni su come funzionano i motori di ricerca possono essere trovate qui.

Perché il Testo Alternativo è Importante?

L’importanza del testo alternativo risiede in tre aree fondamentali: accessibilità, ottimizzazione SEO e miglioramento dell’esperienza utente.

  1. Accessibilità:
    Il web è stato creato con l’idea di essere un luogo accessibile a tutti, indipendentemente dalle capacità o dalle condizioni dell’utente. In questo contesto, il testo alternativo gioca un ruolo chiave. Le persone con disabilità visive o con disturbi come la cecità totale o parziale spesso utilizzano lettori di schermo per navigare sul web. Questi dispositivi leggono ad alta voce il contenuto di una pagina, ma si trovano in difficoltà quando incontrano un’immagine. Ecco dove entra in gioco il testo alternativo: fornisce una descrizione audibile dell’immagine, permettendo a queste persone di comprenderne il contesto. Inoltre, in situazioni con connessioni internet instabili, dove le immagini potrebbero non caricarsi, il testo alternativo assicura che l’utente ottenga comunque un’idea di ciò che l’immagine rappresenta.
  2. Ottimizzazione SEO:
    I motori di ricerca come Google, Bing e altri lavorano incessantemente per fornire ai loro utenti i risultati più pertinenti. Tuttavia, a differenza degli esseri umani, i motori di ricerca non possono “vedere” le immagini. Relying sull’alt text, comprendono il contesto e il significato delle immagini, e lo utilizzano per determinare la rilevanza di una pagina rispetto a una determinata query di ricerca. Un testo alternativo ben scritto, pertanto, non solo rende l’immagine accessibile, ma contribuisce anche al posizionamento SEO della pagina, aumentando la probabilità di essere trovata e visualizzata da potenziali visitatori.
  3. Miglioramento dell’esperienza utente:
    Immagina di navigare su una pagina web e di imbatterti in un’immagine con un punto interrogativo o un’icona spezzata a causa di un errore nel caricamento. Potresti sentirsi frustrato o confuso. Il testo alternativo combatte questa esperienza negativa offrendo una descrizione scritta dell’immagine mancante. Anche se l’utente non può vedere l’immagine, la sua presenza viene comunque percepita grazie al testo alternativo, che fornisce un contesto e mantiene l’utente informato.

In sintesi, il testo alternativo non è solo una pratica raccomandata per la creazione di contenuti web; è un elemento essenziale che garantisce accessibilità, visibilità nei motori di ricerca e una solida esperienza utente.

Come Scrivere un Efficace Testo Alternativo?

La scrittura di un testo alternativo efficace non è solo una questione tecnica, ma anche un’arte che richiede precisione, attenzione ai dettagli e sensibilità alle esigenze degli utenti. Ecco alcuni suggerimenti dettagliati su come farlo al meglio:

  1. Sii Descrittivo ma Conciso:
    Un buon testo alternativo dovrebbe agire come una mini-narrazione che descrive l’essenza di ciò che l’immagine ritrae. Per esempio, invece di scrivere “uomo”, potresti scrivere “uomo che sorride con un cappello”. Tuttavia, c’è una linea sottile tra essere dettagliati e prolissi. Troppo testo potrebbe confondere o annoiare l’utente, specialmente coloro che utilizzano lettori di schermo. La chiave è trovare un equilibrio: fornire abbastanza informazioni in modo che l’utente possa comprendere l’immagine senza sentirsi sopraffatto.
  2. Evita Ridondanze:
    I lettori di schermo sono progettati per identificare le immagini e annunciare al loro utente che si tratta di un’immagine. Se inizi il tuo alt text con “immagine di” o “foto di”, potresti finire per creare una ripetizione inutile. Per esempio, un lettore di schermo potrebbe dire “Immagine, immagine di un gatto”, il che suona ridondante.
  3. Usa Parole Chiave con Moderazione:
    L’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) è fondamentale, ma non dovrebbe compromettere la funzione primaria del testo alternativo: la descrizione. Quindi, mentre potresti essere tentato di inserire parole chiave per migliorare il tuo posizionamento, assicurati che queste parole siano realmente rilevanti per l’immagine. Il contesto e la pertinenza sono cruciali.
  4. Evita di Riempire di Parole Chiave:
    La “keyword stuffing”, o l’atto di riempire il tuo contenuto (incluso l’alt text) con parole chiave, non solo è male visto dai motori di ricerca, ma può anche deteriorare l’esperienza dell’utente. Google e altri motori di ricerca sono diventati estremamente sofisticati e possono identificare e penalizzare pratiche non etiche. Il tuo obiettivo dovrebbe essere sempre quello di fornire valore all’utente, non di cercare di “ingannare” i motori di ricerca.

Scrivere un testo alternativo efficace richiede pratica e riflessione. Tieni sempre a mente l’utente finale e fai del tuo meglio per fornire una descrizione utile e significativa.

Esempio di Testo Alternativo

Immagina di avere un’immagine di un gatto nero seduto su un divano rosso. Un buon testo alternativo potrebbe essere “gatto nero seduto su un divano rosso”, mentre un cattivo esempio sarebbe “gatto divano casa animale domestico nero rosso”.

Conclusione

Ora che comprendi l’importanza e l’utilizzo del testo alternativo, è essenziale implementarlo in ogni immagine del tuo sito web. Questo non solo migliora la tua ottimizzazione SEO, ma rende il tuo sito più inclusivo e accessibile a tutti.

Hai problemi o domande sul testo alternativo delle immagini? Non esitare a contattarci. Puoi aprire un ticket inviando una mail a support@gtechgroup.it o contattarci anche su WhatsApp scrivendo al numero 0465 84 62 45.

Lascia un commento

Rispondi

Tabella dei Contenuti

G Tech Group nasce nel concettualmente nel 2011 e imprenditorialmente nel 2013 da un’idea di Gianluca Gentile il suo fondatore.

Lo scopo era quello di creare la prima Social Web Agency non una classica agenzia web che si occupa di social ma un’aggenzia che mettesse in condivisione le proprie risorse e idee con altre agenzie mettendo anche in comunicazione diverse agenzie creando una vera e propria rete.

Post Recenti